Richiedi un Preventivo »

Per richiedere un Preventivo devi essere un Cliente Registrato!

Per registrarti adesso clicca qui

Richiedi Informazioni »

Richiedi informazioni generiche su questa destinazione!

Indietro

Dal clima sub-tropicale e temperato, il paese è formato da due grandi isole principali, North Island e South Island, separate tra loro dallo stretto di Cook e contornate da moltissime altre isole per lo più disabitate.

Dotata di un’eccezionale varietà paesaggistica, la Nuova Zelanda è un paese che lascia incantati i suoi visitatori con montagne glaciali, fiumi impetuosi, laghi limpidi e profondi, geyser e fanghi ribollenti, valli alpine, giungle, lunghe spiagge deserte, fiordi, foreste e vulcani attivi. I neozelandesi hanno da sempre vissuto a stretto contatto con la natura selvaggia delle loro terre e sono oggi il popolo con la maggiore attenzione per l’ecologia e l’ambiente.

La Nuova Zelanda non è solo però paesaggi sconfinati e tradizioni tribali, è in realtà uno stato moderno e avanzato, la cui qualità di vita viene da molti considerata tra le migliori al mondo. Le città più grandi e importanti sono Auckland e Wellington, entrambe situate nell'Isola del Nord. 

Escursioni, sci, rafting, kayak e naturalmente, il super adrenalinico bungee jumping sono solo alcuni degli sport praticabili in queste isole. 

In Nuova Zelanda sono stati girati diversi film tra i quali "Il Signore degli Anelli" e "Lo Hobbit", nei dintorni di Auckland e "Indian - La grande sfida".

WELLINGTON

La capitale si erge su delle colline affacciate sul porto e sul golfo di Wellington, dal quale poter ammirare questa città a misura d’uomo. Tra i più importanti musei il Museo Te Papa in Cable Street, mette in mostra la storia del Paese, tra eventi geologici e reperti storici.

A nord di Lambton Quay, si trova il vecchio Palazzo del Parlamento, non molto lontano dalla neogotica Old St. Paul Cathedral, dagli spettacolari interni in legno e con il soffitto che sembra lo scafo rovesciato di una nave. 

Una via caratteristica della città è Tinakori Road, incorniciata da bellissime ville in legno, tra le quali si trova la casa dove Katherine Mansfield nacque nel 1888. 

Salendo sulla cima del Mount Victoria, attraversando un bosco, si arriva ad un punto panoramico che permette di godere di una vista su tutta la città.

Attorno a Courtney Place e Blair Street si concentra la maggior parte della vita pomeridiana di Wellington, tra ristoranti, locali e negozi, mentre la sera la via più frequentata è Cuba Street, animata molto spesso da musica dal vivo.

AUCKLAND

Auckland City gode di una cultura e personalità propria, grazie sia alle impronte lasciate dal passato dalle popolazioni maori, polinesiane, asiatiche ed europee che all’attuale popolazione cittadina che comprendendo minoranze di Maori e Asiatici, rende la città unica e variopinta soprattutto nel campo della ristorazione.

Racchiusa tra le baie di Waitemata e Manukau, entrambi porti della città, Auckland è circondata da ogni parte dal mare e questo le ha conferito il soprannome di “Città delle vele”, una delle sue principali attività ricreative.

Il cuore di Auckland si affaccia sul porto di Waitemata, costeggiato dalla Quay street, dove si concentra la vita ricreativa cittadina, ed è caratterizzato dalla Sky Tower, la struttura più alta della Nuova Zelanda, dalla quale si può godere di una vista panoramica sulla città. Princes Wharf  è la zona dei grandi alberghi e dei negozi e ristoranti di lusso mentre Chancery e High Street sono le strade dello shopping elegante.

Le case d’epoca in stile vittoriano, che sono oggi diventate gallerie d’arte, ristoranti e locali, sono situate nel quartiere ovest della città, il Parnell. In questo quartiere si trova inoltre il Museo di Auckland che illustra la storia del più grande centro polinesiano al mondo, attraverso i tesori Maori, mentre al mercato di Otara si possono trovare manufatti dell’artigianato polinesiano.

Gli incontri di rugby, lo sport più popolare in Nuova Zelanda e per il quali gli All Blacks sono noti in tutto il mondo, vengono giocati nell’Eden Park, lo stadio più grande del paese.

ABEL TASMAN NATIONAL PARK

Situato nell’isola del sud, l’Abel Tasman National park si affaccia sul mare della Tasmania e pur essendo il più piccolo parco nazionale della Nuova Zelanda è considerato uno dei più suggestivi, con una spettacolare diversità di flora e fauna, con le sue chilometriche spiagge deserte, dove poter nuotare, fare un giro in canoa o kayak oppure praticare dello snorkeling.

L’attrazione principale del parco è l’Abel Tasman Coast Track, la più famosa e la più frequentata tra le Great Walks (o lunghe passeggiate) nel paese.

Il parco è perfettamente conservato grazie a severe norme applicate, che non consentono di contaminare la bellezza della natura nemmeno all’elettricità.

Il percorso si snoda tra foreste e scogliere che permette di ammirare i vari paesaggi attraverso una passeggiata contrassegnata in maniera chiara.

CHRISTCHURCH

Situata a est dell’isola Sud della Nuova Zelanda, la terza città più grande del paese fu fondata nel 1850 dall’inglese John Robert Godley.

Tra i maggiori luoghi di interesse, la Cattedrale di Christchurch in stile vittoriano è considerata il simbolo della città ma non sono meno spettacolari l’Hagely Park, la chiesa di St. Barnabas, la biblioteca cittadina,  il Christchurch Arts Centre, il Giardino Botanico e il Canterbury Museum.

Nell’International Antarctic Centre si può vivere l’esperienza dell’Antartide senza lasciare la città grazie ad una struttura che offre la possibilità di svolgere attività sul ghiaccio e sulla neve, di affrontare una tempesta di neve e di conoscere gli adorabili pinguini.

FIORLAND NATIONAL PARK

Dodici mila chilometri quadrati di vegetazione incontaminata tra ambienti selvaggi, aree quasi irraggiungibili, percorsi trekking, boschi, laghi, foresta pluviale, paesaggi montani, ghiacciai, cascate ed ovviamente la terra dei fiordi. 

Il Fiordland National Park è il più grande parco nazionale neozelandese, Patrimoni dell'Umanità Unesco dal 1990. 

Caratteristica del parco è la possibilità di incontrare delfini, foche, cervi, uccelli kiwi, simbolo della nazione,  pappagalli kakapo e molti altri animali. Mitre Peak è il monte che accoglie il viaggiatore con la sua presenza riflessa nelle acque. 

QUEENSTOWN

Piccola, raccolta, vista sul lago e capitale delle attività sportive della Nuova Zelanda, è una delle aree più belle, suggestive e fredde del Paese intero.

Queenstown si trova sulle sponde del Lago Wakatipu, uno dei laghi ghiacciati che si trovano nell’isola del sud ed è il posto ideale per un safari tra le terre maori. Qui sono state girate la maggior parte delle scene della trilogia del Signore degli Anelli e de Lo Hobbit.

Queenstown è una città sempre in movimento, piena di vita sia di giorno che di notte. Si può scalare la montagna che sovrasta il paesino tramite percorsi di difficoltà diversa  o tramite la cosiddetta Gondola, una funivia che porta in cima al monte. La città offre moltissimi tipi di attività sportive, dallo skydiving al bungee Jumping, dal parapendio dalla cima del monte alla mountainbike, rafting e passegiate a cavallo.

KAIKOURA

Kaikoura è una splendida cittadina adagiata in una baia a ridosso della Kaikoura Peninsula protetta da cime innevate da cornice. 

L'insolita formazione dei fondali delle sue acque, composti da un canyon sommerso profondo più di 1000 metri, a sole poche miglia dalla costa, permette di vedere da vicino tantissime varietà di cetacei. Kaikoura è nota per essere il luogo in cui poter avvistare il capodoglio,  la grande balena dentata degli oceani e molti altri animali del mondo marino come i delfini e le foche selvatiche nel loro habitat naturale.

Abitata da oltre mille anni dai maori, Kaikoura diventò nell'Ottocento una base di balenieri e cacciatori di foche; poi l'attività dei suoi abitanti si ridusse alla pesca dell’astice (da qui il nome in lingua maori della città). Oggi il Whale Watching (l’osservazione delle balene) è estremamente importante per il turismo del paese ed è inoltre un’attività sensibile nei confronti della salvaguardia dell’ambiente e delle balene, che ha portato la gente ad osservarle invece che ucciderle. 

ROTORUA

Anche chiamata “Città dello Zolfo” per la sua caratteristica ed intensa attività termale,  è sicuramente la meta turistica più visitata dell’Isola del Nord.

Rotorua è sede della più grande comunità Maori della Nuova Zelanda moderna ed infatti una delle attrazioni principali della città è proprio il centro di cultura Maori, dove spesso vengono organizzate cene e danze tipiche.

Nel parco geologico dei geysers di Whakarewarewa, vi è il geyser Pohutu che erutta circa ogni ora mentre il geyser Lady Knox, situato fuori dal parco, erutta una sola volta al giorno, intorno alle 10.30. Pozze di fango bollente, cristalli di zolfo, laghi blu cobalto, fumarole e la presenza di piscine d’acqua calda che i Maori utilizzavano per cucinare rendono la città davvero unica nel suo genere.

Il lago Tarawera è una vera finestra nel passato. Durante l’800, il villaggio di Tarawera era la meta turistica per eccellenza, ma l’improvvisa eruzione del vulcano ha totalmente distrutto il villaggio vicino, creando contemporaneamente il lago attuale. 

Caratteristiche della zona termale di Wai o Tapu sono le pozze dai colori più incredibili: verde mela, arancioni, gialle.

DUNEDIN

Dunedin è la seconda città più estesa dell’Isola del Sud e una delle più ricche di storia e cultura. La città fu fondata da una comunità di coloni scozzesi di Edimburgo (da cui prende il nome in lingua gaelica). La particolarità del materiale utilizzato per la costruzione degli edifici (calcare e rocce vulcaniche) distingue la città rendendola un luogo davvero particolare.

La piazza centrale, l’Octagon è il vero cuore pulsante della città dove si trovano il Municipal Chambers, la St. Paul’s Cathedral in stile gotico, il Dunedin Public Art Gallery che ospita le migliori opere d’arte contemporanea neozelandesi e la First Church di Otago, in stile neogotico.

Poco distante si incontrano poi la Dunedin Railway Station, in stile neofiammingo e l’University of Otago, fondata nel 1869, che rappresenta la più antica università neozelandese.

Nei dintorni di Dunedin vi sono diverse zone ideali per le escursioni, in particolar modo nella penisola di Otago, dove si riproducono diverse specie di pinguini, albatros reali, foche e otarie.

THE CATLINS

The Catlins è un uogo suggestivo di spiagge deserte che disegnano scenari magnifici sul mare. Questa regione offre una grande varietà di flora e fauna, tra cui specie rare come le otarie Hooker, le lontre, i leoni marini ed i tipici pinguini dagli occhi gialli, caratteristici della zona.

Tra i luoghi più affascinanti vi sono Curio Bay, dove si può ammirare una foresta pietrificata del periodo giurassico (risalente a circa 18 milioni di anni fa) e Slope Point, il punto più meridionale della South Island, a soli 4000 km dal polo sud.

OTAGO

Otago è la regione meridionale della Nuova Zelanda, caratterizzata da incredibili laghi, come l'Hawea e il Wanaka. La zona è nota in tutto il mondo per l’incredibile trasparenza delle acque e la limpidezza dei cieli che la rendono il luogo ideale per praticare sport ed osservare le stelle.

La splendida cittadina di Oamaru, in questa zona, è famosa per la vicina riserva dei pinguini blu, tra i più piccoli al mondo. 

La spiaggia Moeraki è un luogo davvero particolare, con le sue impressionanti Moeraki Boulders, enormi formazioni di arenaria, lavorate dal mare e dal vento fino a ricavarne scogli sferici e levigati, che punteggiano il suo paesaggio, rendendolo unico al mondo.