Richiedi un Preventivo »

Per richiedere un Preventivo devi essere un Cliente Registrato!

Per registrarti adesso clicca qui

Richiedi Informazioni »

Richiedi informazioni generiche su questa destinazione!

Indietro

Perdersi in Argentina

È un paese così: dove lo spazio è dilatato, le geometrie sconvolte, le lontananze irraggiungibili

 

Tutto è fuori scala nella terra dei grandi ghiacciai e delle guglie di granito. La Pampa è una distesa sconfinata: si viaggia e pare di non muoversi mai. Un’incredibile varietà di paesaggi, culture e tradizioni. Dalle zone litoranee ricche di corsi d’acqua alle più impervie vette della Patagonia. L’Argentina presenta climi molto diversi tra loro: si va dal clima quasi tropicale del nord, al clima temperato di Buenos Aires e della Pampa; al clima freddo e ventoso della Patagonia, al clima subpolare della Terra del Fuoco. Vi è poi il clima freddo delle Ande, arido al centro-nord, freddo e nevoso al sud. L’Argentina si suddivide in regioni: Nord Est, Nord Ovest, Cuyo, Pampas e la Patagonia.

Argentina Nord Est

Privilegiato per l’esuberanza e la ricchezza del suo ambiente naturale caratterizzata da una zona lussureggiante e ricca di corsi d’acqua. Proprio in questa regione scorrono tre dei più grandi fiume dell’Argentina: il Paranà, l’Uruguay che segna il confine con l’Uruguay e il Rio Paraguay (maggiore affluente del Paranà). Grazie a questa ricchezza di acque l’altopiano possiede una vegetazione di tipo tropicale. Sono infatti presenti ben due Parchi naturali: il Parque National Di El Palmar e il Parque Nacional Iguazu (dichiarato dall’Unesco “Patrimonio Natural de la Humanidad”) e le sue famosissime cascate; rendendo la vicina città di Puerto Iguazù il simbolo dell’attenzione verso l’ecologia. 

Le cascate dell’Iguazù sono generate dal fiume Iguazù al confine tra argentina e brasile. Il sistema consiste di 275 cascate con altezze fino ai 70 metri. Al centro delle cascate è presente La Garganta del Diablo, ovvero una gola a forma di U profonda circa 150 metri e lunga 700 metri. La maggior parte delle cascate è nel territorio argentino, ma dal lato brasiliano si ottiene una visione più panoramica della Garganta del Diablo. Vicino alla cascata,  si trova un’importante città: Puerto Iguazù.

Argentina Nord Ovest

Il Nord Ovest è una terra dagli spettacolari contrasti. La Cordiliera delle Ande con le cime innevate dei vulcani, il Chaco Salteno a poche centinaia di metri sul livello del mare e tante altre meraviglia naturali, offre varietà di ecosistemi che vanno dagli aridi deserti alla lussureggiante foresta pluviale. Questi ecosistemi si dividono in Yunga e Puna: il primo umido e subtropicale che si estende da Chaco alle province di Tucuman e Catamarca; l’altro secco, ostile, scarso di ossigeno ed acqua con forti escursioni termiche.

Terra piena di contrasti dalla Cordillera alle distese della Puna fino alla pianure del Chaco Salteno, con diversità di ecosistemi che vanno dai deserti alla foresta pluviale, con grandi varietà di flora e di fauna, Yunga e Puna sono i due ecosistemi maggiormente presenti nel Nord Ovest. Troviamo dal bosco spinoso dal Chaco fino alla foresta umida; oltre i 600 metri di quota c’è la foresta pluviale che fa parte dei parchi nazionali di Calilegua, Baritù e El Rey fino ad oltre 1000 metri di quota. La foresta influenzata dai venti umidi dell’Atlantico ha alberi ad alto fusto sempreverdi, bambù, muschi, licheni e liane. La fauna è caratterizzata da molte specie di uccelli.

Il nord-ovest combina la sua bellezza paesaggistica con un’ampia quantità di siti termali nei quali le acque terapeutiche scorrono naturalmente. Anticamente conosciute con il nome di Yacu Rupa (acque calde miracolose). A nord vi sono diciasette centri termali distribuiti fra Jujuy e Catamarca. Fra i più importanti della regione si distinguono Las Termas de Rio Hondo (Santiago del Estero), Aguas Calientes (Jujuy) e La Aguadita (Catamarca), l’Hotel Termas de Rosario de la Frontera (Salta) e Taco Ralo (Tucuman).